Riscattare e trasferire la posizione

Qualsiasi cessazione del rapporto di lavoro, prima del raggiungimento dell’età pensionabile, permette di:

  • richiedere la liquidazione in capitale dell’intero ammontare;
  • richiedere il trasferimento presso un altro Fondo Pensione Complementare in relazione alla nuova attività;
  • lasciare in gestione a FONCHIM il denaro, senza ulteriori contribuzioni. Le spese verranno comunque addebitate alla posizione individuale.
     

SE CAMBIO LAVORO MI CONVIENE RISCATTARE O TRASFERIRE?
Conviene sempre trasferire per diversi motivi:
• si prosegue la costruzione della propria pensione futura presso il nuovo fondo contrattuale 
• il trasferimento è esentasse e senza alcun tipo di trattenuta
• col trasferimento si conserva anche l’anzianità associativa maturata presso il fondo precedente, dato assai utile per accedere ad alcune prestazioni (es. anticipazione).

IL RISCATTO 
È TASSATO?
Sì. In generale bisogna tenere presente che la tassazione di favore è applicata nei casi di liquidazione per pensionamento o per motivi espressamente previsti dalla legge (procedura licenziamento collettivo- già mobilità-, cassa integrazione…). Al di fuori di queste casistiche il fisco penalizza i riscatti.

AL PENSIONAMENTO POSSO RITIRARE IL 100% DI QUANTO MATURATO?
Al momento del pensionamento, con almeno 5 anni di iscrizione, si accede alla prestazione pensionistica in forma di rendita per almeno il 50% di quanto maturato. La parte restante viene erogata in capitale. È possibile l'integrale liquidazione in capitale solo qualora la rendita, calcolata in base ai coefficienti di conversione in vigore, sia inferiore a una soglia minima stabilita dalla legge.

IN CASO DI DECESSO COSA ACCADE AL CAPITALE MATURATO?

In caso di decesso prima del compimento della età pensionabile, la somma viene erogata agli eredi legittimi o ai diversi beneficiari designati. In caso di decesso successivo al pensionamento, durante l'erogazione della rendita, la reversibilità dipenderà dalla scelta espressamente effettuata dall'associato. Al momento del pensionamento, ogni associato dovrà decidere se vuole rendere la rendita reversibile o non reversibile. Tale scelta, ovviamente, unitamente all'indicazione dell'età e del sesso del beneficiario, influirà sull'entità della somma erogata.

COME SI FA PER CHIEDERE IL RISCATTO?

Il lavoratore dovrà compilare la prima parte del “modulo riscatto” e far compilare la seconda dalla sua azienda. Solo quando entrambe le parti sono complete il modulo potrà essere spedito a Fonchim tramite FAX (0267100951 o 0266718091), corredato della documentazione richiesta.

 COME SI FA PER CHIEDERE IL TRASFERIMENTO?

Il lavoratore dovrà compilare “modulo di trasferimento” e farlo compilare dalla sua azienda. Solo quando il modulo sarà completo potrà essere spedito a Fonchim tramite FAX (0267100951), corredato della documentazione richiesta.

IN QUANTO TEMPO DALLA RICHIESTA VIENE EROGATA LA SOMMA??

La legge prevede 6 mesi di tempo per erogare le somme. Fonchim mediamente in 3/4 mesi dalla ricezione del modulo eroga il capitale sulle coordinate bancarie indicate.

 

 

 

 

 

 

Iscriversi
Cambiare comparto
Chiedere un anticipo
Conoscere meglio il fondo
Chiedere il trattamento pensionistico integrativo
Conoscere la Fiscalità applicata al fondo


Sei qui: Home