Anticipazione

Ai fondi pensione è stata estesa la legge sull’anticipazione del TFR, introducendo però alcuni sensibili miglioramenti rispetto a quanto previsto per le aziende:

  • la somma da anticipare è calcolata sulla posizione individuale maturata, formata dai versamenti effettuati e dai rendimenti realizzati fino a quel momento, non solo sul TFR.
  • per le anticipazioni nei fondi pensione sono state introdotte casistiche non previste per l’anticipazione del TFR in azienda (ristrutturazione e 30% richiedibile senza dover dare motivazione).

QUANDO RICHIEDERLA?

Senza limiti temporali

A. 75% della posizione: per spese sanitarie gravi per sé o per i figli

Dopo 8 anni di iscrizione

B. 75% della posizione: per acquisto prima casa per sé o per i figli

C. 75% della posizione: per opere di ristrutturazione della prima casa

D. 30% della posizione: richiedibile senza dover motivare né documentare nulla.

N.B. Ai fini del calcolo degli anni di iscrizione va sommato anche il periodo maturato in altri Fondi, purché sia stato effettuato il trasferimento a Fonchim della somma accantonata.
 
COME FARE A RICHIEDERLA
 
Casi A, B e C:

compilare l’apposito modulo, allegando tutta la documentazione prevista per ogni casistica e inviare il tutto per RACCOMANDATA.

Caso D:
compilare il modulo, allegare la fotocopia di un DOCUMENTO DI IDENTITÀ e del CODICE FISCALE, e trasmettere il tutto VIA FAX.

È possibile richiedere più anticipazioni, entro il limite del 75% della posizione complessivamente maturata, tranne per il caso D, per il quale non è possibile superare il 30% della posizione.

TASSAZIONE

Dal momento che è un argomento molto complesso, rimandiamo all'apposita sezione. 

La tassazione dell'anticipazione

 


Sei qui: Home